Il Trucco Sposa è sinonimo di personalità, fascino ed eleganza. Molti tendono a decidere di avvalersi di un trucco sposa “fai-da-te” sottovalutando il rischio di incorrere in spiacevoli inconvenienti. Questo tipo di make-up necessita non solo di tecnica e molta pratica, bensì di uno studio approfondito perché quando arriverà il fatidico giorno bisognerà valorizzare la Sposa nei minimi dettagli rendendola oltre che bellissima, fresca ed armoniosa con il contesto che ne farà parte, proprio come una Dea.

La scelta del make-up solitamente viene fatta insieme alla sposa, tenendo conto (gusti personali a parte) della morfologia del viso, del sottotono di pelle, della cromatica (correzioni – cit. ruota dei colori primari, secondari e complementari). Altro fattore importante: la luce. Essa infatti determinerà l’intensità del trucco nell’arco-tempo della giornata, talvolta la variazione dei colori. Un esempio? Dovessero sposarsi di mattina andranno utilizzati colori più tenui e sfumati, nel caso del pomeriggio nuance più accentuate (nel caso di una giornata serena, se nuvolosa andranno sovrapposti anche i chiaro/scuri)…perché? Protagonista della giornata: la fotografia. Quando si parla di “accentuare” non significa che debba essere tutto marcato, super definito o poco sfumato, sarà solo questione di un’aggiunta graduale di colore. Semplicemente, la fotografia cattura non solo l’immagine ma anche il colore, assorbendone l’intensità, pertanto bisognerà tener conto anche di questo e farlo capire nel migliore dei modi affinché il trucco rispetti appieno l’obbiettivo.

Ma parliamo di prodotti! Non è detto che per una buona base a lunga tenuta si debbano utilizzare fondotinta liquidi, cremosi, in polvere o compatti…dipende assolutamente dal tipo di pelle che abbiamo di fronte e della sua cura. Attenzione perché esistono pelli perfette ma anche pelli estremamente sensibili e delicate. Per raggiungere un ottimo risultato dovremo Sì conoscere i prodotti, ma soprattutto saper riconoscere una problematica del tipo: discromie, couperose, eccessiva lucidità-secchezza-pigmentazione sulla zona a “T”, addirittura malattie non contagiose, ebbene si. Questo è un altro fattore importantissimo che spesso viene lasciato a desiderare. CONSIGLIO: se volete cimentarvi a fare un buon trucco ma non conoscete a fondo la materia e un po’ di scienza (estetica: dermatologia – igiene – anatomia), siate consapevoli di quello che fate. Purtroppo non è così semplice come sembra, le responsabilità sono sempre molte…in questo mondo può succedere davvero di tutto!

next article: Wedding – trucco sposa (step by step).