Solo per questo mese, una promozione davvero speciale per voi!

Corso Base (studio dei materiali e prodotti, correttivo e abbellimento, contouring, trucco da giorno e da sera), più un corso a scelta tra i due riportati sul volantino ad un prezzo non ripetibile!

Auguro a tutti un felice 2017!

 

 

In data 13 marzo 2016 si è tenuto presso Villa Durazzo Pallavicini, nel Centro Storico di Genova, il primo Corso Professionale di Trucco Fotografico in collaborazione con il fotografo Daniele Scarso.

Ho sviluppato una traccia argomentata in dispense per ciascuna delle partecipanti dove spiegavo, nella maniera più semplice e professionale possibile, come si effettua un make-up fotografico partendo dalle basi (ripasso) e costruendo passaggio dopo passaggio luci e ombre mettendo in risalto i punti forti di ciascuna modella protagonista dello shooting.

Abbiamo curato in particolar modo il contouring, i colori e realizzato un trucco particolare per ciascuna tipologia di  outfit, ricercato per ogni tipologia di scatto.

Hanno partecipato: STEFANIA ROSSI – HELGA CURELLA – ANNALISA NERI – LAURA GARAU (corsiste), DANIELE SCARSO (fotografo), MIRKO COLOTTO (assistente).

Grazie a tutti per aver reso possibile questo piccolo progetto (modelline comprese).

Al prossimo!

 

Ora armatevi di pazienza perché vedremo quali sono i passaggi da seguire per realizzare un ottimo trucco sposa a lunga tenuta (pennelli e materiali accuratamente scelti, puliti e disinfettati – prodotti di qualità, non comedogenici e anallergici). Ovviamente non prima di essersi assicurate che la nostra Cliente si sia fatta seguire nei trattamenti estetici consigliati fino a quel giorno perché vi garantisco che non è sempre così! Vi possono capitare persone che hanno sottovalutato questo importante aspetto e al momento di presentarsi per il trucco del loro grande giorno vi metteranno in difficoltà. Siate prudenti, sempre pronte a tutto, nella vostra valigetta non dovrete farvi mancare un kit creme e fluidi per ogni tipo di pelle (fa parte dei “contro” di questa professione ahimè).

Buona lettura.. e non spaventatevi, sarà molto scorrevole! 😀

Anzitutto la pelle della nostra modella dovrà essere ben detersa e asciutta in modo e maniera da iniziare ad applicare su viso, collo e décolleté la sua crema idratante scelta precedentemente (in base alla tipologia di pelle che possiede). In attesa che la crema venga assorbita, dopo aver valutato l’insorgenza di eventuali occhiaie, rossori, papule o pustole, etc. andremo a verificare quali saranno le correzioni da fare con appositi primer, fondotinta,correttori e illuminanti. Iniziamo quindi la nostra base stendendo un primer (colorato o trasparente – in base alla luminosità della pelle, arrossamenti, etc.) su viso, collo e décolleté e successivamente applicando un velo di fondotinta (con spugnetta bagnata e strizzata o pennelli sempre umidi per favorirne aderenza e copertura omogenea). Il fondotinta, ovviamente, andrà precedentemente scelto in base all’esigenza della Sposa (minerale, compatto, in crema/fluido – leggero, coprente, molto coprente) unicamente dopo averlo testato tra collo e mandibola: solo così si troverà il colore giusto! Mi raccomando, sfruttate sempre la luce naturale e mai quella artificiale!
Subito dopo applicheremo con un pennello di precisione i correttori (chiari/scuri) per nascondere le imperfezioni enfatizzando i punti forti, e successivamente, sempre con gli stessi ma cambiando pennello (questa volta ne utilizzeremo uno piatto più grande), andremo a scolpire ingrandendo e rimpicciolendo laddove serve per ridimensionare la forma del viso (tecnica del contouring). Non è detto che questa tecnica debba essere utilizzata con prodotti compatti o cremosi, potete tranquillamente avvalervi anche di prodotti in polvere (mat) rispettandone la texture, in questo caso da utilizzare solo dopo aver passato la cipria. Fatto questo inciprieremo con una cipria possibilmente HD (effetto cinema – mat) per eliminare ogni traccia lucida (opacizzare), fissando così la base e prepararla al make-up.
Generalmente si parte dall’alto in modo che così non si rischia di tralasciare alcuna zona (non vi sono regole specifiche); possiamo comunque dare un velo di colore a zigomi e guance per avere già un quadro della situazione.

OCCHI – CIGLIA E SOPRACCIGLIA: partiamo dalle sopracciglia spettinandole con uno scovolo asciutto/pettinino e rimettendole in posizione. Controlliamo se vi sarà il caso di aggiustarle/ricrearle riempiendole e sfumandole di colore (matite, polveri o mascara per sopracciglia) o semplicemente fissarle con un apposito gel. Controlliamo dopo le ciglia ed eventualmente diamo subito una “messa in piega” con il piegaciglia (solitamente si da anche una leggerissima passata di mascara per aiutarle con la posa). Asciughiamo bene la zona e assicuriamoci che non vi siano tracce di fondo o correttore; partiamo quindi con un primer occhi, seguendo con una base neutra di ombretto chiaro (opaco) o cipria. Applichiamo subito il punto luce (angolo interno fino a dove avete concordato più arcata sopracciliare) – una volta poi utilizzati gli scuri è difficile schiarire, anche aggiungendo più prodotto..quindi fate attenzione! Apportiamo le correzioni iniziando con una base a matita su tutta la bordatura (alla base delle ciglia), sfumando bene con un pennello a penna coprendo così ogni spazio rimasto incolore. A questo punto aggiungere matita sulla parte esterna e a seconda della forma che andrete a seguire, sfumate verso l’esterno/l’alto (dall’interno all’esterno e viceversa, dal basso verso l’alto), facendo attenzione a non colorare il famoso “angolino” perché non è detto che la sposa voglia appesantirlo (anche se utilizzeremo matite waterproof nella zona inferiore e non). Attenzione ai pennelli: non usate mai lo stesso pennello per chiari e scuri, rischierete di fare pasticci e quindi non ottenere l’effetto desiderato!
Sono diverse le tecniche di trucco che noi professionisti utilizziamo per le varie tipologie di occhi, sta a voi studiarle..
Una volta finito con le basi, applicare gli ombretti e sfumateli a dovere, dopodiché eye-liner se voluto. E’ arrivato il momento delle ciglia finte (a banda o ciuffetti).. ricordate che sono fondamentali, ne esistono di diverse marche, spessori e misure: consiglio – acquistatele solo nelle profumerie di fiducia, da rivenditori conosciuti o comunque store di make-up perché diversamente potrebbero essere nocive (soprattutto per le colle che si trovano nelle confezioni).
Dopo l’applicazione delle stesse ripassate sopra l’eye-liner ed infine completate con il mascara (rigorosamente waterproof) fino a che le ciglia non diventino un tutt’uno con quelle sovrapposte ad esse.

ZIGOMI E GUANCE: utilizzate un pennello obliquo (e non quello tondo), iniziate con poco fard alla volta (aggiunta graduale) partendo all’altezza delle tempie (attaccatura capelli) facendo movimenti leggeri sfumando verso l’interno, fermandovi al centro (altezza centro occhio) a seconda dello spazio.
Una volta raggiunta la nuance desiderata, completare scolpendo con una terra scura la parte sottostante. Mi raccomando alla mano e ai colori! Il tutto deve risultare ben sfumato e non appesantito, rispettandone sempre morfologia e abbinamento cromatico.

BOCCA: un buon idratante labbra è sempre bene consigliarlo, soprattutto se la vostra Sposa dovrà farsi ridimensionare la bocca (al momento dell’ “annullamento” si dovrà applicare un velo di fondotinta per favorirne il disegno della nuova forma). Si parte dal contorno labbra (bordatura), scegliendo una matita nude o dello stesso colore del rossetto (talvolta anche più scura). A piccoli tratteggi si va a ridisegnare il contorno facendo particolare attenzione agli angolo interni; sfumerete il tutto verso l’interno, leggermente, con un pennellino da labbra ed in base al rossetto che utilizzerete starà a voi se procedere con la sfumatura della matita su tutta la superficie delle labbra o a limitarvi sono con il bordo. Stendetevi sopra il rossetto strato su strato tamponando tra uno e l’altro con una velina ben incipriata (aiuterà a farlo resistere).
Per il trucco sposa troviamo in commercio dei lipstick molto gettonati: i rossetti laccati, corposi, ricchi di pigmento (considerati a lunga tenuta – anche se hanno comunque bisogno di un ritocco), il famoso Lip Finity amato ancora oggi da tutte le donne per la sua incredibile durata a prova di bacio.

Infine un bel fissativo da nebulizzare su viso e décolleté (potete usare anche l’acqua termale se proprio non vi fidate), lasciate asciugare per due minuti e la vostra sposina sarà pronta per affrontare la sua splendida e tanto attesa giornata.

Ebbene.. per un ottimo trucco Sposa non solo bisognerà seguire passo dopo passo i passaggi qui sopra riportati, bensì imparare a giocare d’astuzia adottando piccoli trucchetti del mestiere che aiuteranno fondotinta, matite, rossetti a resistere impeccabilmente per tutto il giorno senza aver bisogno di alcun ritocco (un po’ come per tutto del resto) 😉
Per questo ci tengo che voi veniate ai miei corsi e alle mie lezioni!!

Spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto e che lo studio del mio make-up vi porti ad ottenere ottimi risultati.

Rimango sempre a disposizione per vostri eventuali dubbi, domande e curiosità: scrivetemi!
Le iscrizioni ai miei corsi di make-up sono sempre aperti (seguite le promozioni sulla mia pagina fb).

—Dasdy MakeUp Artist—

Il Trucco Sposa è sinonimo di personalità, fascino ed eleganza. Molti tendono a decidere di avvalersi di un trucco sposa “fai-da-te” sottovalutando il rischio di incorrere in spiacevoli inconvenienti. Questo tipo di make-up necessita non solo di tecnica e molta pratica, bensì di uno studio approfondito perché quando arriverà il fatidico giorno bisognerà valorizzare la Sposa nei minimi dettagli rendendola oltre che bellissima, fresca ed armoniosa con il contesto che ne farà parte, proprio come una Dea.

La scelta del make-up solitamente viene fatta insieme alla sposa, tenendo conto (gusti personali a parte) della morfologia del viso, del sottotono di pelle, della cromatica (correzioni – cit. ruota dei colori primari, secondari e complementari). Altro fattore importante: la luce. Essa infatti determinerà l’intensità del trucco nell’arco-tempo della giornata, talvolta la variazione dei colori. Un esempio? Dovessero sposarsi di mattina andranno utilizzati colori più tenui e sfumati, nel caso del pomeriggio nuance più accentuate (nel caso di una giornata serena, se nuvolosa andranno sovrapposti anche i chiaro/scuri)…perché? Protagonista della giornata: la fotografia. Quando si parla di “accentuare” non significa che debba essere tutto marcato, super definito o poco sfumato, sarà solo questione di un’aggiunta graduale di colore. Semplicemente, la fotografia cattura non solo l’immagine ma anche il colore, assorbendone l’intensità, pertanto bisognerà tener conto anche di questo e farlo capire nel migliore dei modi affinché il trucco rispetti appieno l’obbiettivo.

Ma parliamo di prodotti! Non è detto che per una buona base a lunga tenuta si debbano utilizzare fondotinta liquidi, cremosi, in polvere o compatti…dipende assolutamente dal tipo di pelle che abbiamo di fronte e della sua cura. Attenzione perché esistono pelli perfette ma anche pelli estremamente sensibili e delicate. Per raggiungere un ottimo risultato dovremo Sì conoscere i prodotti, ma soprattutto saper riconoscere una problematica del tipo: discromie, couperose, eccessiva lucidità-secchezza-pigmentazione sulla zona a “T”, addirittura malattie non contagiose, ebbene si. Questo è un altro fattore importantissimo che spesso viene lasciato a desiderare. CONSIGLIO: se volete cimentarvi a fare un buon trucco ma non conoscete a fondo la materia e un po’ di scienza (estetica: dermatologia – igiene – anatomia), siate consapevoli di quello che fate. Purtroppo non è così semplice come sembra, le responsabilità sono sempre molte…in questo mondo può succedere davvero di tutto!

next article: Wedding – trucco sposa (step by step).